In prima linea da anni al fianco di Telethon, Union Gas e Luce era presente anche alla IX edizione della Maratona “Walk of Life”, che quest’anno si è svolta tra Somma Vesuviana e Sant’Anastasia.

Cinquecento gli atleti che hanno accettato la sfida e corso tutti insieme per la ricerca.

Dieci i chilometri percorsi lungo i vicoli, le strade e le piazze.

Due i Comuni che hanno ospitato l’evento, dando vita da una grande giornata di partecipazione e solidarietà.

Uno solo l’obiettivo prefissato, ossia difendere il diritto alla vita di tutti e per tutti.

Al fianco di Telethon fin dal 2016, la Union Gas e Luce ha, nel corso degli anni, sostenuto diverse iniziative, dimostrando l’impegno costante dell’azienda nel mondo della solidarietà.

Tra i tanti progetti ai quali la Union ha preso parte c’è il Centro Clinico Nemo di Napoli, il più grande d’Italia, ubicato presso l’ospedale Monaldi. L’azienda ha infatti “adottato” una delle 23 stanze riservate a pazienti affetti da malattie neuromuscolari e le loro famiglie che vivono situazioni difficili di disagio e sofferenza.

Al di là degli atleti premiati, con questa nuova edizione della maratona, hanno vinto la solidarietà, la ricerca, la speranza e la voglia di stare insieme.

IL NOSTRO CLIENTE DAMIANO MANTA SRL  SARA’ FORNITORE UFFICIALE DEI NUOVI AUTOBUS A METANO DI BRINDISI

 

Siamo felici di annunciare che sarà il nostro Cliente DAMIANO MANTA SRL (DISTRIBUTORE ARIA PULITA ubicato in Via PROV.LE PER LECCE 69 BRINDISI) a fornire gas metano ai 14 nuovi autobus, inaugurati a Brindisi, in Piazzale Lenio Flacco.

Un passo in avanti fondamentale in termini di incentivazione alla mobilità sostenibile e alla salvaguardia dell’ambiente.

Con i nuovi mezzi a metano sarà possibile ottenere una riduzione consistente di emissione di sostanze inquinanti. Gli autobus a metano garantiscono, infatti, una potenziale riduzione delle emissioni di CO2 del 20%, abbattendo al tempo stesso, in modo sostanziale, le emissioni di ossido di azoto e particolato.

Ogni mezzo diesel EURO 0 emette, in un anno di servizio (50.000 km), oltre 8.000 kg di sostanze inquinanti pari a 160 gr/km. Un nuovo autobus a metano (più potente e climatizzato), emette in un anno di servizio solo 580 kg di sostanze inquinanti pari a 11,6 gr/km.

Ma non è tutto. Il vantaggio ambientale è rilevante anche in campo acustico: il livello di rumore immesso nell’ambiente da un vecchio diesel EURO 0, infatti, è superiore agli 82 db(A) mentre quello dei nuovi mezzi a gas naturale è di circa 75 db(A). Questo vuol dire che la pressione sonora si riduce di oltre due volte.

Union Gas e Luce è da sempre attenta alle tematiche legate alla salvaguardia dell’ambiente, partendo dalla convinzione che la sostenibilità è una vision, che mette al centro le azioni, i comportamenti e le scelte di sviluppo, focalizzate non solo sui problemi a breve termine ma anche, e soprattutto, su quelli a lungo termine. Non si può prescindere dal fatto che quello che si fa oggi avrà conseguenze future a livello globale.

Ufficio Stampa Union Gas e Luce

Union Gas e Luce ha preso parte, mercoledì 15 settembre, alla prima giornata della tredicesima edizione del Convegno Gestione del Credito Gas & Power, che si concluderà il prossimo 15 ottobre.

Ideato e organizzato da Ikn Italy, è l’unico convegno in Italia nel quale manager, esperti e partner leader del settore si confrontano in tempo reale sull’evoluzione del Credit Management nel settore Gas&Power.

Presenti al Novotel Ca Granda di Milano, in rappresentanza della Union Gas e Luce, il Direttore Commerciale Business Giuseppe Esposito e il Credit Manager Antonio Pezzella.

E’ fondamentale, in un momento storico che ha portato i Credit Manager ad adeguarsi ad una situazione come quella della crisi causata dal covid, mantenere un occhio sempre vigile verso la compliance regolatoria e fiscale.

Ed è esattamente ciò che sta facendo la Union Gas e Luce, una società per la quale la collaborazione tra Credit Manager e Customer Care Manager è ormai imprescindibile. La pandemia ha richiesto un’attenzione particolare al cliente, le azioni di caring si sono moltiplicate e l’ufficio crediti è stato il protagonista di questo inevitabile processo.

La Union Gas e Luce è una società giovane e dinamica che ha avuto uno sviluppo importante negli ultimi anni – ha dichiarato il Credit Manager Antonio Pezzella – con la pandemia il nostro ufficio credito ha sostanzialmente rivoluzionato la gestione. Abbiamo fatto un screening dell’affidabilità dei nostri clienti, li abbiamo clusterizzati e deciso le azioni da intraprendere per ognuno di loro.

Questa attività ci ha permesso di avere la reale percezione della solvibilità e di definire le azioni da intraprendere.

Nell’ultimo anno e mezzo l’attività è diventata più complessa, ma io dico sempre che bisogna saper vedere la pandemia come opportunità, e per Union Gas e Luce lo è stata. Abbiamo avuto la possibilità di ristrutturare un processo che, sotto certi punti di vista, era già molto efficiente, ma a monte abbiamo saputo ristrutturare la fase di affidabilità e di monitoraggio. Tutto questo – ha concluso Pezzella – rende viva l’informazione commerciale trasformando un dato statico del momento in un dato dinamico”.

Il prossimo appuntamento in programma per Ikn Italy è il corso di formazione “Recupero Crediti EE&Gas” che si terrà il 9 e il 10 marzo 2022.

 

Ufficio Stampa Union Gas e Luce

Union Gas e Luce scende in campo con US Salernitana

 

Union Gas e Luce, azienda leader nella vendita di gas metano ed energia elettrica, scende in campo e diventa il nuovo “Premium Partner” del Club US Salernitana per la stagione 2021/2022. Una stagione importante nella quale il Club festeggia i suoi 102 anni e la promozione in serie A.

Da sempre vicina allo sport come fattore di inclusione e di aggregazione sociale, la Union Gas e Luce, prosegue dunque lungo il percorso intrapreso fin dalla fondazione, facendo propri i valori fondanti del calcio, come il lavoro di squadra, l’impegno, la passione e la dedizione.

L’azienda in costante crescita, che affonda le sue radici nel territorio campano ma che oggi opera in tutto il territorio nazionale, si è posta da sempre obiettivi ambiziosi e quest’anno condividerà con US Salernitana la nuova entusiasmante avventura del Campionato di serie A.

Siamo particolarmente orgogliosi di essere Premium Partner della US Salernitana – ha dichiarato Massimo Accurso, Presidente del CDA di Union Gas e Luce – un club storico, che con passione ed entusiasmo è riuscito ad ottenere importanti vittorie e a raggiungere, dopo 23 anni, l’ambizioso traguardo della serie A. Vivremo insieme alla squadra e ai tifosi granata una stagione calcistica emozionante e continueremo lungo questo percorso perché, come sosteniamo nel nostro motto, l’unione è la forza della nostra energia”.

Il lavoro di squadra moltiplica il successo!

Aversa, 7/09/2021

Ufficio Stampa Union Gas e Luce

press@uniongaseluce.it
www.uniongaseluce.it
https://www.facebook.com/uniongaseluce
https://www.instagram.com/uniongaseluce/

Union Gas e Luce e i servizi per i Reseller

 

Union Gas e Luce, azienda leader nel settore della vendita di gas metano ed energia elettrica, accreditata come utente del dispacciamento e del bilanciamento, all’avanguardia e con obiettivi sempre più ambiziosi, propone ai Reseller alcune tra le migliori offerte sul mercato.

Tutto grazie all’attuazione di strategie vincenti che, in oltre 16 anni di attività, hanno portato l’azienda a piazzarsi tra le prime 20 aziende leader per crescita del fatturato nel triennio 2016/2019, nella speciale graduatoria “Leader della crescita” elaborata da Il Sole 24 Ore.

Sempre nel 2020, il Financial Times inserisce Union Gas e Luce nella classifica delle 1000 aziende con il più alto tasso di crescita in Europa (Fastest Growing Companies).

A dicembre 2020 arriva un altro importante riconoscimento da parte della Cerved Rating Agency, che, per il secondo anno consecutivo, ha confermato ad Union Gas il rating B1.2, che fa riferimento all’affidabilità finanziaria dell’azienda nell’ambito del settore energetico e del settore creditizio.

 

Una crescita costante e progetti ambiziosi per un’azienda che ha sempre posto al centro della propria strategia una grande attenzione nei confronti dei bisogni dei Reseller e dei Clienti, per i quali Union Gas e Luce mette a disposizione professionalità, competenze, impegno e lavoro di squadra.

 

Nello specifico la società ha sottoscritto il contratto di trasporto e bilanciamento con Snam Rete Gas per l’anno termico 2020/21 divenendo così shipper. Inoltre da Aprile 2019 Union Gas e Luce si è accreditata per operare su MGAS, la borsa del gas gestita dal GME (Gestore dei Mercati Energetici), ampliando così il numero di controparti e piattaforme di negoziazione per la compravendita all’ingrosso.

 

Un altro passo fondamentale, per lo sviluppo e la crescita della società, è stato quello di accreditare Union Gas come utente del dispacciamento.

Grazie al raggiungimento di tutti questi obiettivi oggi la Union Gas riesce ad essere fortemente competitiva nel mercato dei Reseller offrendo consulenze ed offerte personalizzate.

 

Per info riguardo i servizi di Union per i Reseller manda una mail a reseller@uniongaseluce.it oppure clicca qui e compila il form.

 

GUIDA ALLA SCELTA DELLA LAMPADINA

Oggi l’illuminazione è affidata quasi esclusivamente alle lampadine. Ma come valutare quale tipologia di lampadina è più adatta alle vostre esigenze?

Ecco una breve guida che potrà aiutarvi nella scelta.

1) Scegliere la lampadina in base ai lumen

Piuttosto che la potenza, espressa in Watt, dovremmo vedere l’intensità luminosa di una lampadina, espressa in Lumen. Se per illuminare un grande locale ti servirebbe una lampadina da 150 watt, dovrai optare per una da 2000 Lumen. Per le postazioni di luce non principali, vanno bene lampadine tra i 500 e i 1000 Lumen (corrispondenti a 60 Watt). Per fonti di luce decentrate, come lampade da scrivania, raccomandiamo lampadine sotto i 500 Lumen.

2) Accensione lenta o veloce

Per le lampadine compatte fluorescenti, sulla confezione è riportato il tempo necessario a far si che la lampadina si acceda. Più comune è trovare la percentuale di luminosità raggiunta in un certo numero di secondi (per esempio 70% di luminosità raggiunto tra i 10 e i 100 secondi). In questo caso quindi parliamo di un’accensione lenta, quindi bisogna valutarne bene l’utilizzo. Mentre le lampadine compatte fluorescenti necessitano di tempo per raggiungere la luminosità massima, le lampadine a LED sono subito a pieno regime. Sulla confezione inoltre è indicato se la lampadina può o non può essere installata su dispositivi che regolano l’intensità della luce, i dimmer.

3) Luce calda o luce fredda?

Sulle confezioni troverete anche indicazioni sul colore della luce, indicato in gradi Kelvin. Per una luce calda dovrete scegliere una lampadina tra i 2400 e i 3300 gradi Kelvin, mentre man mano che i gradi aumentano la luce tende a diventare sempre più fredda, tendente all’azzurro.

4) Luce diffusa o concentrata? L’angolo del fascio luminoso.

Per scegliere il giusto angolo del fascio luminoso, bisognerà valutare l’utilizzo che si farà della lampadina e su quanta superficie dovrà giungere la sua luce. Sulla confezione è riportato l’angolo di illuminazione. Se è indicato un angolo inferiore a 120°, si parla di lampada direzionale, da utilizzare per illuminare una zona particolare o un oggetto d’arredamento.
Per lampade non direzionali invece, dovrete scegliere un angolo che varia tra 150° e 360°, cioè le lampadine che illuminano un ambiente in modo omogeneo. Per illuminare tutto lo spazio di una stanza potrete usare quindi lampadine con un angolo tra 150° e 300°, adatte quando i diffusori del lampadario coprono la lampadina, oppure quelle a 360° cioè adatte alle lampade con diffusore in vetro o che lasciano visibile la lampadina. Per le lampade non direzionali, comunque, non è obbligatoria la dichiarazione dell’angolo del fascio luminoso e potrebbe non apparire sulla confezione.

5) Efficienza luminosa

L’efficienza energetica delle lampadine si determina mettendo in relazione la quantità di luce emessa (calcolata in lumen come abbiamo visto in precedenza) e la potenza assorbita dalla lampadina (Watt). Maggiore è la quantità di lumen emessi per ogni Watt consumato, maggiore è l’efficienza energetica della lampadina. Per valutare meglio l’efficienza, sulle confezioni è posta l’etichetta energetica, dove viene indicata la classe di efficienza energetica della lampadina che va da A++ (maggiore efficienza) a E (minore efficienza). Nell’etichetta stessa o sulla confezione viene inoltre riportato il consumo annuo ponderato di energia, espresso in kWh per 1000 ore di funzionamento.

La storia del gas metano

 

Oggi per molti di noi è normale utilizzare il gas metano come fonte energetica domestica per la cottura dei cibi o il riscaldamento, ma non è sempre stato così. La storia del gas metano come risorsa energetica è abbastanza recente, esso infatti è l’ultima fonte di energia fossile ad essere sfruttata dall’uomo nel corso del tempo. Precedentemente il gas naturale era già conosciuto, ma venivano preferiti combustibili fossili solidi, come il carbone oppure liquidi, come il petrolio.

Inizialmente il gas metano che fuoriusciva dai giacimenti petroliferi veniva bruciato o disperso nell’atmosfera, ma dalla fine dell’800 e gli inizi del ‘900 si iniziò a diffondere la tecnologia a basso costo di trasporto del gas anche a grandi distanze, tramite navi metaniere, gasdotti e metanodotti.

Il consumo di gas metano quindi crebbe progressivamente nei consumi mondiali di energia fino a raggiungere le altre fonti di energia fossile.

Per quanto riguarda le prime strutture finalizzate allo sfruttamento del gas naturale, esse vennero realizzate negli Stati Uniti alla fine del XIX secolo. Si trattava però di strutture per il trasporto del gas naturale sulle corte distanze o in ambito urbano. Negli anni ’20 del Novecento vennero realizzati, sempre negli Stati Uniti, anche i primi gasdotti della storia su lunghe distanza.

Uno dei primi gasdotti era di circa 1600 chilometri e collegava la città industriale di Chicago con i giacimenti di metano situati in Texas. I gasdotti erano un’infrastruttura caratterizzata da elevati investimenti iniziali di realizzazione ma anche da bassi costi di trasporto del gas. Questo permetteva di ammortizzare la spesa iniziale nel medio-lungo periodo.

Nella seconda metà del Novecento il timore di un rapido esaurimento delle riserve petrolifere spinse gli Stati Uniti a investire ulteriormente nello sfruttamento del gas naturale. Due grandi oleodotti del paese ( Little Inch e Big Inch ) furono convertiti in gasdotti per collegare l’intero territorio statunitense da costa a costa.

Lo sfruttamento del gas naturale si diffuse anche in Europa nell’immediato dopoguerra, in particolar modo in Olanda, in Russia, in Romania e in Italia. Ancora oggi questi paesi sono i principali produttori di gas naturale insieme agli Stati Uniti e al Canada. La storia del gas metano quindi risulta molto recente ma questa risorsa è indispensabile per numerose attività umane.

I vantaggi del gas metano sono molteplici. Il gas metano è il più utilizzato dalle famiglie e dalle imprese perché nel nostro paese ne è molto sviluppata la rete di distribuzione. Viene estratto, poi stoccato e trasportato fino alle utenze attraverso i metanodotti. In altre parole, la sua distribuzione avviene tramite la rete di distribuzione, estremamente sviluppata in Italia.

Con un’efficienza che arriva al 92% dell’utilizzo diretto, garantisce una riduzione del consumo di energia, con diretta percezione sui costi in bolletta.  Si paga quindi quanto si consuma e si evitano sprechi, poiché si sfrutta il contatore. Riduce notevolmente l’emissione di gas serra della nostra casa, con conseguente riduzione dei danni ambientali e quindi benefici per noi, la nostra famiglia e la società.

Altri benefici sono, i tempi più veloci di riscaldamento dei vari ambienti, quindi per passare da una stanza fredda e inospitale a un ambiente caldo e confortevole, i fuochi della cucina saranno pronti pressoché immediatamente per tutti gli usi e l’acqua calda sempre pronta per ogni utilizzo, senza attese spiacevoli, specie nei mesi invernali.

 

A livello condominiale, ci sono notevoli vantaggi del gas metano rispetto al gpl:

– Investimento iniziale poco elevato.
– Basso impatto ambientale (combustibile pulito).
– Praticità d’uso notevole.
– Impianto di piccole dimensioni (non è necessario il serbatoio).
– Prezzo del gas contenuto.
– Misurazione dei consumi tramite il contatore.

 

Per quanto riguarda il GPL, ci sono diversi svantaggi: 

– Costo del GPL più elevato rispetto al metano
– Necessità di avere uno spazio adeguato per l’installazione del serbatoio

Spesso non ci rendiamo conto ma molte delle nostre azioni in casa ci fanno sprecare tantissima energia, ecco a voi la nostra guida al risparmio energetico!

1 | Stacca la spina degli elettrodomestici non essenziali

In che modo lasciare qualcosa collegato alla presa di corrente consuma l’elettricità anche se è spenta? La risposta è “vampire draw”, noto anche come carico fantasma o alimentazione in standby. Anche se non sembra, la modalità standby può utilizzare più energia di quanto pensi. Calcolando quanta energia viene sprecata a casa in questo modo, recenti studi hanno dimostrato che utilizzare l’alimentazione in standby rappresenta fino al 10% del consumo di elettricità. Le cose che hanno un display elettronico continuo come un orologio e che vengono azionate con un telecomando sono spesso i maggiori colpevoli. Puoi smettere di sprecare energia a casa non lasciando il computer acceso una volta che hai finito di usarlo. Spegnilo completamente e poi fai un ulteriore passo avanti scollegandolo dalla presa. Scollegare i dispositivi quando non vengono utilizzati è il modo più sicuro per prevenire la perdita di energia a casa. Per un ulteriore risparmio, potete ridurre il consumo di energia della consolle per i videogame, collegandola con il televisore o il monitor a una presa multipla. È possibile farlo con qualsiasi gruppo di dispositivi elettronici utilizzati insieme. Ciò semplifica la prevenzione dello spreco d’energia in più dispositivi contemporaneamente fornendo un interruttore di spegnimento.

2 | Ricordati della modalità sonno o standby

Mentre è meglio spegnere, se non scollegare, un televisore quando hai finito di guardare, un’impostazione di spegnimento automatico (modalità sonno) può tornare utile. Lasciare accesi i dispositivi e dimenticarsene è una delle più grandi abitudini che consumano energia a casa. Inoltre, avere un dispositivo in modalità di sospensione o standby consuma meno elettricità rispetto a quando è completamente acceso. Molti dispositivi dispongono di una funzione di sospensione o standby che li spegne dopo un certo periodo di tempo. Se ti piace addormentarti con il televisore acceso, puoi impostarlo in modo che si spenga dopo un determinato periodo di tempo. Puoi ancora addormentarti davanti alla TV, ma non sprecare energia tenendola accesa tutta la notte!

 

3 | Spegni la luce

Spegnere le luci consente di risparmiare energia. Un’altra delle più grandi abitudini di spreco di energia a casa è lasciare le luci accese nelle stanze vuote. Spesso si esce da una stanza e si dimentica di premere l’interruttore della luce per spegnerla. Mentre il costo medio per mantenere accesa una lampadina a incandescenza da 100 watt per 10 ore è di soli 12 centesimi, gli sprechi si accumulano ai consumi, facendo crescere l’utilizzo di energia. Se esci da una stanza per più di 15 minuti, spegni le luci! Uno dei vantaggi dei sistemi domestici intelligenti è che puoi programmare le luci per accendersi e spegnersi in determinati orari. E se dimentichi e lasci le luci accese, puoi spegnerle dal telefono tramite diverse app.

 

4 | Utilizzo di lampadine inefficienti

La tecnologia di illuminazione odierna offre dozzine di alternative alle lampadine a incandescenza. Le lampadine fluorescenti compatte (CFL), ad esempio, esistono da decenni. Ora pesano meno e offrono una gamma di doversi colori. Soprattutto, consumano dal 65% all’80% di energia in meno rispetto alle lampadine a incandescenza. Le lampadine a diodi a emissione di luce (LED) consumano ancora meno energia e durano per decine di migliaia di ore. Qualunque lampadina tu scelga, assicurati che siano efficienti.

 

5 | Far funzionare la lavastoviglie quando non è piena

Anche le lavastoviglie efficienti possono utilizzare fino a 270 kWh di elettricità all’anno. Ciò non include il costo dell’acqua calda. Riduci il consumo di energia della lavastoviglie facendo funzionare la macchina solo quando è piena, la utilizzerai di meno e consumerai meno elettricità! Un altro modo per smettere di sprecare energia a casa è utilizzare l’impostazione “economia”. Consente di asciugare i piatti all’aria invece dell’opzione “asciugatura a caldo” ad alta intensità energetica.

 

6 | Lavare i vestiti in acqua calda

Sembrerà strano ma spesso lo spreco di energia deriva anche da qualcosa di semplice come lavare i panni in acqua calda. Nella maggior parte dei casi infatti, sia l’acqua calda che fredda renderanno i tuoi vestiti altrettanto puliti. Mentre gli odori duri e alcune macchie a base di olio possono essere rimossi meglio con l’acqua calda, il tuo solito bucato diventerà altrettanto pulito a freddo. Inoltre, puoi prolungare la durata dei tuoi vestiti: i lavaggi in acqua fredda prevengono il restringimento, facilitano le fibre e riducono al minimo lo sbiadimento.

 

7 | Usare troppa energia per cucinare

Puoi risparmiare tempo ed energia preparando i pasti della giornata tutti in una volta. L’accensione del piano cottura e del forno più volte al giorno aumenta il consumo di energia, poiché ogni volta si devono riscaldare. Risparmierai molta energia cucinando più pasti contemporaneamente!

 

8 | Impostazione del termostato su un valore troppo alto o troppo basso

Se imposti il ​​termostato e te ne dimentichi, stai sprecando molta elettricità a casa poiché le temperature interne variano durante il giorno e in base alla stanza. Quando c’è il sole, infatti, le stanze potrebbero surriscaldarsi rendendo addirittura dannoso il riscaldamento. Se nessuno è nelle camere da letto durante il giorno, il riscaldamento è inutile. Puoi evitare questo problema con un termostato intelligente programmabile che utilizza un app per avere alta efficienza energetica e apprendere i modelli di consumo della tua famiglia. Impostalo per riscaldare o raffreddare la casa appena prima di tornare a casa dal lavoro, ad esempio. Abbassa la temperatura mentre dormi per risparmiare in inverno.

 

9 | Dimenticare di sostituire i filtri dell’aria

La mancata sostituzione dei filtri dell’aria, può causare sprechi di elettricità in casa. Quando i filtri dell’aria si intasano di sporco, il sistema deve lavorare di più per farla uscire. L’aumento del carico può causare l’usura più rapida del sistema e il guasto. Oltre a cambiare i filtri dell’aria, assicuratevi anche di pulire i condotti dell’aria dopo qualche anno. Se disponi di aria condizionata centralizzata, contribuirai a mantenere l’intero sistema funzionante in modo affidabile ed efficiente.

 

10 | Fare docce troppo lunghe

Fare docce troppo lunghe con acqua calda è un altro spreco di energia che puoi evitare con un piccolo cambio di abitudini. Risparmiate energia con docce più corte, idealmente con un soffione a flusso ridotto, per ridurre il consumo.

 

11 | Mantenere le impostazioni della caldaia al massimo.

Mantenendo non troppo alta la temperatura dell’acqua, risparmierai energia. Inoltre, la tua acqua sarà abbastanza calda per fare il bagno e lavare i piatti e i vestiti, riducendo anche il pericolo di scottature. Inoltre, la temperatura più bassa rallenta l’accumulo di minerali e riduce la corrosione.

 

12 | Lasciando passare inosservate le perdite d’aria

Identificare le fonti di correnti d’aria è una delle migliori strategie per prevenire la perdita di energia a casa. Le finestre e le porte possono far entrare molta aria fredda in inverno se non adeguatamente isolate o disperdere aria fresca durante l’estate. Controlla anche dove entrano in casa le utenze, come il cavo, l’elettricità e l’acqua. Il modo più sicuro per trovare le perdite è chiedere a un professionista di condurre un audit energetico che possa aiutarti a identificarle.

 

 

Applicando la nostra guida al risparmio energetico smetterai di sprecare elettricità a casa e le bollette saranno meno alte!

Non solo spenderai meno con la bolletta energetica, ma contribuirai a un ambiente più pulito, prolungherai la vita dei tuoi elettrodomestici e ti godrai una casa più confortevole tutto l’anno.

Siamo lieti di annunciare l’inaugurazione a Villaricca del primo cantiere Union Gas e Luce per la riqualificazione energetica di un condominio, che beneficerà del Superbonus 110%.
Grazie a Union ci sarà un innalzamento delle classi energetiche della struttura e quindi un abbassamento delle spese di gas e luce per i condomini.

Da quasi un anno infatti, il governo attraverso il Decreto Rilancio permette di ottenere una detrazione fiscale completa per tutti i lavori di riqualificazione ed efficientamento energetico, permettendo quindi di effettuare i lavori a costo zero. Riforma partita un po’ a rilento, con il 2021 abbiamo assistito ad una crescita esponenziale del numero dei cantieri, che è aumentato del 410% e del 360% per quanto riguarda il loro valore. Una tendenza che non accenna a diminuire.

Grazie ad aziende come la nostra, da sempre sensibile ai temi ambientali e del risparmio energetico, il Sud non rimane indietro nel piano di riqualificazione edilizia messo in atto dal governo.

“Crediamo fermamente che, nonostante il territorio campano sia difficile per l’avvio di questa tipologia di lavori, con l’impegno e la volontà si possano raggiungere importanti risultati, che permetteranno alla nostra regione di raggiungere l’efficienza di altre aree del nostro Paese più ricche”, ha dichiarato Massimo Accurso, Amministratore Delegato di Union.