Efficientamento energetico – Come risparmiare sui contratti di casa 

Oggi, le nuove preoccupazioni ecologiche degli individui stanno portando a uno sconvolgimento delle loro abitudini di consumo: consumo locale e responsabile, riciclaggio dei rifiuti, ecc. Tuttavia, il consumo di energia (elettricità, gas, acqua) delle abitazioni rappresenta il 30% (circa) delle emissioni inquinanti di una famiglia italiana. Per ridurre questa cifra astronomica, i privati sono alla ricerca dei migliori consigli per migliorare l’efficienza energetica degli edifici al fine di risparmiare denaro e ridurre il suo impatto sull’ambiente.

Come ottenere facilmente un risparmio energetico ?

Vale la pena di scegliere un fornitore di energia alternativa? 

 

La maggior parte delle famiglie italiane ha sottoscritto un’ offerta energetica da parte del fornitore storico di energia, Enel. Oggi, tutti i privati possono annullare questo contratto energetico (più costoso con la tariffa regolamentata) per sottoscrivere un’offerta di energia da un fornitore di energia alternativa.

Tutti i fornitori di energia alternativa offrono energia al prezzo di mercato, che è meno costoso di un’offerta soggetta alla tariffa di vendita regolamentata. Alcuni fornitori di energia alternativa offrono anche servizi energetici che si adattano meglio alle nuove esigenze dei consumatori, come i servizi online, connessi e verdi.

Ad esempio, le offerte online hanno un prezzo per kWh difficile da controllare, ma richiedono la completa dematerializzazione delle procedure e delle fatture. Le offerte green non attingono totalmente la loro fonte dalle energie rinnovabili, ma i fornitori di energia alternativa che propongono queste offerte si impegnano a reintrodurre il 100% di elettricità verde (da energie rinnovabili) nella rete elettrica italiana.

 

Perché usare un confronto tra Enel, Eni e altri fornitori di energia alternativa?

 

È necessario sottoscrivere un’offerta energetica adeguata al proprio fabbisogno energetico (superficie dell’abitazione, numero di occupanti, stile di vita, ecc.) ma la moltiplicazione dei fornitori di energia alternativa e le loro offerte energetiche possono perdere i consumatori. Oggi, la maggior parte dei consumatori sceglie di confrontare Enel, Eni e altri fornitori di energia alternativa per trovare l’offerta energetica al miglior prezzo.

Questi confronti (facilmente reperibili su Internet) forniscono una visione d’insieme delle diverse offerte energetiche.

Come migliorare in modo sostenibile l’efficienza energetica di un’abitazione?

Perché vale la pena di fare lavori di ristrutturazione? 

 

Oggi i nuovi edifici devono rispettare il Regolamento termico 2020, che incoraggia la costruzione di edifici a energia positiva che consumano poca energia (ottimizzazione della costruzione e isolamento efficiente) e che producono energia anche grazie ai pannelli fotovoltaici, ad esempio.

Tuttavia, i proprietari di vecchie abitazioni possono migliorare in modo sostenibile l’efficienza energetica dell’edificio con alcuni lavori di ristrutturazione volti a ridurre le perdite di energia e a risparmiare energia. Il riscaldamento rappresenta il 67% del consumo energetico di una famiglia e un’abitazione con poco isolamento porta a un consumo eccessivo di riscaldamento.

  • Il tetto (la soffitta) rappresenta il 30% delle perdite di energia.
  • Le pareti esterne rappresentano il 25% della perdita di energia.
  • Porte e finestre rappresentano il 13% delle perdite di energia.
  • Il suolo (soprattutto al piano terra) rappresenta il 7% delle perdite di energia.
  • I proprietari di vecchi edifici devono puntare alle perdite di energia più elevate per eseguire rapidamente i lavori di ristrutturazione e di isolamento appropriati.
  • Isolamento della soffitta
  • Lavori di isolamento dall’interno o dall’esterno
  • Sostituzione delle finestre
  • Isolamento del pavimento

Oggi, lo Stato e le autorità locali concedono prestiti e aiuti finanziari specifici per facilitare il rinnovamento energetico dei vecchi edifici e accelerare la transizione ecologica.

Quali azioni quotidiane devono essere intraprese per risparmiare energia? 

Alcuni proprietari e/o inquilini non possono stanziare un budget elevato per i lavori di ristrutturazione. Tuttavia, alcuni gesti quotidiani possono far risparmiare energia e ridurre il suo impatto sull’ambiente.

  • Sostituite la vostra caldaia convenzionale con uno scaldabagno termodinamico: un risparmio del 70% (circa) sulla bolletta dell’acqua calda.
  • Utilizzare apparecchiature che consumano meno energia e sono più economiche: lampadine a basso consumo, termostato, ecc.
  • Riducete la temperatura del riscaldamento nella vostra casa: 1°C in meno farà risparmiare il 7% sulla bolletta energetica.
  • Adottare le giuste impostazioni di temperatura poiché ogni grado in più aumenta il consumo del 5%: da 0 a 5°C per il frigorifero e -18°C per il congelatore.
  • Installare le guarnizioni delle finestre, i “davanzali delle porte” e le tende/tende
  • Spegnere le luci
  • Scollegate i vostri apparecchi elettrici non utilizzati o utilizzate una ciabatta elettrica con un “interruttore di spegnimento”: risparmiate l’11% (circa) sulla vostra bolletta elettrica.

È necessario migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni/costruzioni per risparmiare sulle bollette energetiche ma anche per consentire agli occupanti di controllare e ottimizzare il consumo energetico per ridurre l’impatto sull’ambiente. Un’abitazione adeguatamente isolata è anche un luogo più piacevole da vivere: minore umidità, comfort termico e fonico, ecc.

Il passaggio al mercato libero dell’energia sarà seguito dall’Autorità Arera, nella fase di transizione.